STUDIO FOTOGRAFICO

Non essendo esperti di fotografia, gli inizi furono molto modesti per poi migliorarci col tempo ma sempre con mezzi semplici e nemmeno molto costosi (alle volte si spende di più per un singolo modellino da collezione). Ci sono stati degli step evolutivi, dalla prima modesta Canon Power Shot A300 che dal 2007 fu sostituita con la storica Fujifilm FinePix F20 (sfruttata tantissimo), all'ultima in uso presa nel 2018 che è una Panasonic Lumix TZ57.
Nessun salto alla Reflex dunque, quella la lasciamo agli appassionati del settore o chi decide di fare investimenti importanti in questo (magari noi dirottiamo sull'attrezzatura da modellismo, ognuno il suo). Per ora ci basta così ed è molto pratico, siamo soddisfatti del risultato ottenuto ed inoltre la possibilità di fare video in Full HD è molto gradita.





Di sicuro la fotocamera non è sufficiente a fornire una resa ottimale per scatti interni al dettaglio, serve anche una buona fonte luminosa (temperatura luce diurna) ed un sfondo adatto che sia opaco e non riflettente. Come colore di solito scegliamo il grigio antracite, ma se ne possono testare altri a seconda della capacità del proprio obiettivo. Una volta ottimizzate le opzioni di messa a fuoco, macro, esposizione, bilanciamento bianco etc della nostra digitale, nessun ritocco grafico sarà necessario, salvo in caso una regolazione sul semplice parametro "luci/ombre" di qualsiasi gestore di immagini.
Per allestire un set simile si trova tutto anche su ebay o amazon con una spesa ragionevole, il nostro mini-studio fotografico è composto come segue:
  • Fogli rigidi in polipropilene assemblati a libretto richiudibile.
  • Sfondo cartonato fissato con piccoli magneti (articolo su supermagnete.de).
  • Due lampade da tavolo laterali da 140w (30w a risparmio energetico) e circa 5000 Kelvin, con paralume schermato in rivestimento di nylon bianco.
  • Due superfici riflettenti (cartoncini ricoperti di carta d'alluminio) agli angoli posteriori per non far disperdere la luce.
  • Eventuale treppiede a ragno per fotocamere.
  • Un rialzo acrilico trasparente per il modello (posizionato circa al centro dell'area illuminata), che favorisce la giusta inclinazione dell'inquadratura con un riflesso luminoso sottostante.